Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L'Ambasciatore Marco Di Ruzza

 

L'Ambasciatore Marco Di Ruzza

Nato a Roma, l’8 agosto 1968.

Laurea in Scienze Politiche, indirizzo politico-internazionale, presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, con il massimo dei voti (31 marzo1993).

Entra in carriera diplomatica il 29 dicembre 1997.

Dopo il corso di formazione professionale all’Istituto Diplomatico, nel 1998 è in servizio alla Direzione Generale degli Affari Economici, dove si occupa di relazioni con i “Paesi vicini” (in particolare area balcanica e adriatica).

Dal gennaio 2000 è alla Direzione Generale per i Paesi dell’Europa presso l’Ufficio che segue organizzazioni internazionali regionali ed iniziative multilaterali (Consiglio d’Europa, Iniziativa Centro Europea-INCE, Iniziativa Adriatico-Ionica, etc).

Dal settembre 2000 svolge il suo primo incarico all’estero quale Secondo segretario (confermato poi con funzioni di Primo segretario) presso l’Ambasciata d’Italia a Budapest.

Dal 2004 è Primo segretario commerciale (confermato poi con funzioni di Consigliere commerciale) presso l’Ambasciata d’Italia a Vienna.

Rientrato a Roma, nel 2008 assume l’incarico di Capo Segreteria presso la Direzione Generale per i Paesi delle Americhe.

Dal 2010 è alla Direzione Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali quale Capo dell’Ufficio competente per i rapporti con i Paesi dell’America meridionale.

Nel 2011 diventa Capo Ufficio presso la Direzione Generale per le Risorse e l’Innovazione (riorganizzazione rete diplomatico-consolare, trattamento economico all’estero, attività per la promozione dell’Italia, Uffici consolari onorari, etc).

Dal 2016 presta servizio all’Ambasciata a Vienna con funzioni di Ministro Consigliere e Vice Capo Missione.

Su nomina del Consiglio dei Ministri, il 14 giugno 2021 ha assunto l’incarico di Ambasciatore d’Italia a Sarajevo (Bosnia-Erzegovina).

E’ autore di numerosi saggi e articoli di politica estera.

Nel 2015, anche grazie al suo libro “L’America Latina sulla scena globale” edito da Rubbettino (2011), durante la Conferenza nazionale Italia-America Latina è stato insignito del riconoscimento riservato alle personalità che maggiormente hanno concorso al rafforzamento della collaborazione tra l’Italia e la regione latinoamericana.

E’ Tenente della riserva di complemento dell’Aeronautica Militare (Corpo di Commissariato).

Nel 2007 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica.

E’ coniugato con una collega e ha due figli.


28