Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione economica

 

Cooperazione economica

Le relazioni economiche bilaterali sono solide e affondano le radici nella storia grazie a vicinanza geografica, complementarità dei rispettivi sistemi economici e affinità culturali. Le attività di promozione economica e assistenza alle imprese sono condotte in Bosnia dall’Ambasciata in collaborazione con il punto di corrispondenza dell’Agenzia ICE di Sarajevo

Sotto il profilo commerciale, l’Italia nel 2015 si è affermata come secondo partner della Bosnia Erzegovina, dietro solo alla Germania, con un volume complessivo di interscambio di oltre 1,5 miliardi euro.

Nel periodo gennaio-giugno 2016 le esportazioni della Bosnia Erzegovina verso l’Italia hanno raggiunto un valore di 293,87 milioni di euro, registrando una diminuzione del 5,3% rispetto allo stesso periodo del 2015. Nello stesso periodo, le importazioni della Bosnia Erzegovina dall’Italia hanno raggiunto un valore di 472,27 milioni di euro, registrando un aumento del 6,6% rispetto al 2015.

Siamo tra i principali investitori nel paese. Circa 70 aziende italiane sono attive in tutto il territorio della Bosnia, dove producono con investimenti al 100% italiani o in joint venture con operatori bosniaci. I settori prevalenti sono: metalmeccanico, siderurgico, tessile, calzaturiero, legno. Significativa è la presenza nel settore bancario di Unicredit e Intesa San Paolo che superano assieme il 30% del mercato bosniaco.

Per maggiori informazioni, consultare http://www.infomercatiesteri.it/paese.php?id_paesi=61, Bosnia Erzegovina

 




26