Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COOPERAZIONE CULTURALE ITALIA-BOSNIA ERZEGOVINA. AVVIO DEL LABORATORIO PER LA CONSERVAZIONE ED IL RESTAURO DEL PATRIMONIO CULTURALE DEL MUSEO NAZIONALE DI BOSNIA ERZEGOVINA, CONDOTTO DALL'ISTITUTO SUPERIORE PER LA CONSERVAZIONE ED IL RESTAURO DI ROMA (ISCR)

Data:

15/10/2018


COOPERAZIONE CULTURALE ITALIA-BOSNIA ERZEGOVINA. AVVIO DEL LABORATORIO PER LA CONSERVAZIONE ED IL RESTAURO DEL PATRIMONIO CULTURALE DEL MUSEO NAZIONALE DI BOSNIA ERZEGOVINA, CONDOTTO DALL'ISTITUTO SUPERIORE PER LA CONSERVAZIONE ED IL RESTAURO DI ROMA (ISCR)

Sarajevo, 15 ottobre 2018. L'Ambasciata d'Italia a Sarajevo è lieta di annunciare che questa mattina ha preso avvio, alla presenza dell'Amb. Minasi, il corso di conservazione e restauro che verrà condotto dall'Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR) per il personale del Museo Nazionale di Bosnia Erzegovina a Sarajevo. L'iniziativa, giunta alla sua terza edizione, fa parte di un progetto pluriennale sviluppato nell'ambito dell'accordo bilaterale di cooperazione culturale tra Italia e Bosnia Erzegovina, ed è organizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Sarajevo e la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Dopo i laboratori sui manufatti in metallo nel 2016, e quelli in legno lo scorso anno, durante il quale si sono svolte le attività sulla rarissima «Piroga dell'Eta del Ferro» di oltre 15 metri di lunghezza, datata al X sec. a.C, il corso di quest'anno sarà dedicato alla conservazione ed il restauro dei manufatti in ceramica e terracotta della collezione archeologica ed etnografica del Museo. Il progetto di formazione, condotto in stretta collaborazione con la Direzione del Museo, è destinato allo sviluppo di competenze specialistiche e all'aggiornamento professionale dello staff, in particolare dei 5 restauratori a cui sono affidate le attività di restauro e manutenzione delle preziose collezioni museali. Il progetto comprende inoltre la donazione di attrezzature e prodotti per il restauro destinati al «Conservation Department» del Museo creato grazie al supporto italiano.
Le attività di formazione svolte dall'Istituto a favore della Bosnia Erzegovina hanno anche compreso un'offerta formativa in Italia presso la sede dell'ISCR. Oltre 50 tra studenti e giovani professionisti hanno potuto avvalersi di borse di studio finanziate direttamente dall'ISCR (con fondi ALES s.p.a.) per frequentare corsi specialistici su varie tematiche della conservazione e del restauro.

L'Italia è da tempo impegnata nella protezione del patrimonio culturale della Bosnia Erzegovina e ha individuato nella formazione di una nuova generazione di professionisti la chiave più appropriata per garantirne la conservazione ed il restauro . Il progetto con il Museo Nazionale si unisce inoltre ad altre iniziative sostenute dall’Italia, come l’iniziativa di sviluppo turistico “Via Dinarica”, per apportare il massimo sostegno ad una strategia sostenibile e di lungo periodo per la promozione del patrimonio storico, archeologico e paesaggistico che caratterizza la Bosnia Erzegovina.


707