Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

INAUGURAZIONE DELL’OPERA LUOGO DI RACCOGLIMENTO MULTIRELIGIOSO E LAICO, DONATA DA MICHELANGELO PISTOLETTO ALLA CITTA’ DI SARAJEVO (SARAJEVO, 26 SETTEMBRE 2018)

Data:

14/09/2018


INAUGURAZIONE DELL’OPERA LUOGO DI RACCOGLIMENTO MULTIRELIGIOSO E LAICO, DONATA DA MICHELANGELO PISTOLETTO ALLA CITTA’ DI SARAJEVO (SARAJEVO, 26 SETTEMBRE 2018)

Sarajevo, 14 settembre 2018. L’Ambasciata d’Italia a Sarajevo è lieta di annunciare che il prossimo 26 settembre alle ore 19.00 presso il Museo di Storia di Bosnia ed Erzegovina si terrà l’evento di inaugurazione dell’opera Luogo Di Raccoglimento Multireligioso e Laico di Michelangelo Pistoletto, artista italiano di fama internazionale, nonché uno dei protagonisti della corrente italiana dell’Arte Povera degli anni Sessanta. L’opera, donata dal Maestro alla Città di Sarajevo in occasione della sua ultima visita a giugno dello scorso anno, rappresenta un ideale luogo di incontro e coesistenza tra le religioni, e tra esse ed il mondo laico, soggetto di estrema attualità in un contesto multiculturale e multireligioso come quello della Bosnia Erzegovina.

L’evento è organizzato dall’Ambasciata in collaborazione con il Ministero degli Affari Civili, il Comune di Sarajevo, il Museo di Arte Contemporanea Ars Aevi, cui Pistoletto oltre 20 anni fa ha donato la prima opera della collezione, UNESCO, ed il Museo di Storia di Bosnia ed Erzegovina, dove l’opera sarà installata. In questa occasione si terrà inoltre la prima proiezione del film girato durante la visita di Pistoletto dello scorso anno, in occasione della quale il Maestro, su iniziativa dell’Ambasciata, ha realizzato la sua opera Il Terzo Paradiso, inno all’incontro e alla pace, coinvolgendo oltre 400 studenti provenienti da tutta la Bosnia Erzegovina. A conferma del legame tra Pistoletto e la Bosnia Erzegovina, assieme al Luogo di Raccoglimento al Museo di Storia saranno altresì installati tre pannelli sul Terzo Paradiso, anch’essi donati dal Maestro a tutti i cittadini bosniaci.


700