Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COMMEMORAZIONE DEI 4 MILITARI ITALIANI DELL’EQUIPAGGIO DEL LYRA34, ABBATTUTO NEI CIELI DI SARAJEVO DURANTE UNA MISSIONE UMANITARIA NEL 1992

Data:

14/09/2018


COMMEMORAZIONE DEI 4 MILITARI ITALIANI DELL’EQUIPAGGIO DEL LYRA34, ABBATTUTO NEI CIELI DI SARAJEVO DURANTE UNA MISSIONE UMANITARIA NEL 1992

Sarajevo, 14 settembre 2018. Lo scorso 12 settembre, presso il Monumento eretto sul Monte Zec, l’Ambasciatore d’Italia in Bosnia Erzegovina, Nicola Minasi, ha commemorato i quattro militari dell’Aeronautica italiana, Maresciallo Giuseppe Buttaglieri, Maresciallo Giuliano Velardi, Tenente Colonello Marco Betti, e Tenente Marco Rigliaco, caduti il 3 settembre del 1992 a seguito dell’abbattimento del veivolo in cui viaggiavano mentre conducevano operazioni di soccorso umanitario a favore della popolazione di Sarajevo.

L’Amb. Minasi, il Nunzio Apostolico, Mons. Luigi Pezzuto, i rappresentanti del Ministero della Difesa della Bosnia Erzegovina e dell’Esercito bosniaco, i rappresentanti della NATO e della Missione EUFOR, e numerosi Attaché Militari delle Rappresentanze Diplomatiche in Bosnia Erzegovina hanno presenziato alla cerimonia. Nel suo intervento, l’Amb. Minasi ha espresso il desiderio che il sacrificio dei militari italiani, così come di tutti gli altri Paesi che hanno offerto aiuto e assistenza al Paese in quei tragici anni, offra l’esempio su cui costruire un futuro migliore per la Bosnia Erzegovina.


701