Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Corrispondenza tra il Presidente Džaferović ed il Presidente Mattarella sull'emergenza COVID-19

Data:

29/04/2020


Corrispondenza tra il Presidente Džaferović ed il Presidente Mattarella sull'emergenza COVID-19

Il Presidente di turno della Presidenza della Bosnia Erzegovina, Šefik Džaferović, ha indirizzato nei giorni scorsi al Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, un messaggio di solidarietà e di cordoglio per le famiglie delle numerose vittime causate dalla diffusione del contagio da virus COVID 19 in Italia.

Nella Sua risposta, il Presidente Mattarella ha richiamato le toccanti immagini, giunte nelle case di milioni di italiani, dello storico Municipio di Sarajevo, illuminato con i colori della bandiera italiana, delle quali è rimasto profondamente colpito. Esse sono, nelle parole del Presidente della Repubblica, ulteriore testimonianza del “vincolo di forte e salda amicizia che unisce i nostri Paesi ed i nostri popoli”.

Il Pres. Mattarella ha promesso collaborazione, da parte dell’Italia, per affrontare l’emergenza sul piano sanitario e per la ricostruzione. In questa cornice, l’Italia sta facilitando, con l’Ufficio delle Nazioni Unite e l’OMS a Sarajevo, videoconferenze per consentire lo scambio di esperienze e protocolli medico-sanitari tra esperti italiani e medici ed operatori sanitari degli ospedali della Bosnia Erzegovina. L’Ambasciata d’Italia a Sarajevo consegnerà la prossima settimana alle Autorità della Bosnia Erzegovina 200 maschere per la respirazione assistita, in collaborazione con le imprese italiane operanti in Bosnia Erzegovina. Le ONG italiane che lavorano in Bosnia Erzegovina con fondi della cooperazione italiana allo sviluppo hanno parzialmente riorientato i loro progetti per contribuire alla lotta contro il COVID-19 e fornire assistenza alle famiglie più svantaggiate nelle aree in cui operano.

Soprattutto, l'Italia sta inviando due medici militari presso EUFOR per assistere il contingente e consentire una maggiore collaborazione con gli ospedali della Bosnia Erzegovina ed assicurare la diffusione preventiva delle esperienze accumulate in Italia contro il COVID-19.

Il Presidente Mattarella ha infine colto l'occasione per rinnovare il convinto sostegno dell'Italia al percorso di integrazione europea della Bosnia Erzegovina.


829